L’ESKIMO IN REDAZIONE

10,00

12 disponibili

Quantity:

Descrizione

DESCRIZIONE PRODOTTO: Se si leggono le ricostruzioni che storici e giornalisti fanno degli anni di piombo, sembra che i brigatisti rossi siano sempre stati considerati dei folli, isolati da tutto il resto del Paese. Sembra che il progetto di una società comunista, da realizzare attraverso una rivoluzione, sia stata una pazza idea nelle menti di pochi. Ma non andò così. Per una decina d’anni, dal 1968 in poi, l’estremismo di sinistra poté godere della benevolenza, del consenso, e a volte della complicità della maggior parte del mondo della cultura ufficiale. Ci volle il cadavere di Moro fatto trovare a metà strada fra le sedi della Dc e del Pci per interrompere una mistificazione che i mass media conducevano dal tempo della scoperta dei primi covi delle Brigate Rosse.

AUTORE: Michele Brambilla (Monza, 1958). Dopo vent’anni al Corriere della Sera è stato direttore de La Provincia di Como e vicedirettore di Libero, Il Giornale e La Stampa. Ora dirige la Gazzetta di Parma. L’Eskimo in redazione è stato il suo primo libro, seguito da numerose opere pubblicate per i maggiori editori italiani.

 

Informazioni aggiuntive

Peso 270 g
Dimensioni 13 x 20.8 cm