Italiani che odiano l’italiano

4,00

10 disponibili

Quantity:

Descrizione

Autore: Maurizio Acerbi; Editore originale: Società Europea di Edizioni S.p.A.; Collana: Fuori dal coro; Supporto/edizione:Libro brossura fresata. Interni carta uso mano avorio 80 gsm Pamo stampata 1/1. Copertina carta patinata plastificata opaca 250 gsm stampa 4+0

Pagine: 48; Formato: 124×184; Peso copia singola: 60 g

Con il Giornale, oltre il quotidiano. Continua l’appuntamento settimanale con “Fuori dal coro”, una collana che raccoglie libri agili ed essenziali che aiutano il lettore a orientarsi, in tempo reale, sui grandi temi del mondo contemporaneo.

Sinossi: L’americanizzazione della nostra cultura profetizzata da Renato Carosone è diventata realtà, tanto che ci sembra da provinciali non usare, qua e là, parole straniere. Spesso usate a caso, senza

conoscerne il significato o storpiandone la pronuncia. I primi a farlo? I nostri politici, reincarnazioni parodistiche del Nando Mericoni di «Un americano a Roma». E il colpo di grazia all’italiano scritto è arrivato dalla Rete e dai messaggini telefonici, ormai trasformati in comunicazione primitiva. Mordiamoci

la lingua e salviamo l’italiano.

MAURIZIO ACERBI, è, da anni, il critico cinematografico de il Giornale, per il quale lavora dal 1987. Cura la ventennale rubrica «Box Office» e il blog «Acerbi e Maturi». Per la collana Fuori dal coro ha scritto nel 2016 Come sopravvivere al cinema di sinistra.

Codice ISSN: 977-811313545 2 70081 (compieghe dossier)

 

Informazioni aggiuntive

Peso 60 g
Dimensioni 12.4 x 18.4 cm