CANI DI CARTA

4,00

10 disponibili

Quantity:

Descrizione

Da Bauschan di Mann a Maipiù di Kafka, passando per Shakespeare e Calvino, a volte gli scrittori scelgono i cani come protagonisti delle loro storie. Lucrezio parlò dei cani «dal sonno leggero, nel loro affetto fedele», come Argo per Ulisse o Bendicò per il Principe di Salina nel «Gattopardo». Steinbeck li amava, Lorenz li definì «un dono prezioso che impone obblighi morali non meno impegnativi dell’amicizia con un essere umano»..

AUTORE: FELICE MODICA, siciliano di Noto, è giornalista e agricoltore. Attualmente collabora con il Giornale, La Gazzetta di Parma, Il Mese di Caccia, Sentieri di Caccia e Beccacce che Passione. Ha pubblicato tra l’altro Caccia in Sicilia (Editoriale Olimpia Firenze, 1988) e Libro delle Terre e delle Uve (Progetto Media Milano, 1992). Settima generazione di viticoltori e olivicoltori in Noto, si è da poco appassionato anche alla birra. Adora i cani e i gatti e (quando può) vive più tra loro che coi cristiani.

 

Informazioni aggiuntive

Peso 60 g
Dimensioni 12.4 x 18.4 cm